Golem XIV a Torre del Greco (su Lem e Leopardi)

Il libretto che stavo aspettando conteneva “il senso della vita”, ne ero certo, o quantomeno ciò che più gli si sarebbe avvicinato. Non sto scherzando, la sinossi assieme a quello che sapevo sul suo autore mi preparavano a un’opera indubbiamente fuori dall’ordinario. Si trattava di un testo tardo di Stanisław Lem (1921-2006) il maggiore scrittore … Continua a leggere »

Internet e la mente

L’evoluzione è una madre insieme parsimoniosa e scialacquatrice: l’ha illustrato Stanisław Lem in quel capolavoro ancora ignoto in Italia che è Summa technologiæ, suggerendo come la mente umana, ad esempio, sia una creazione fondamentalmente in eccesso rispetto ai propri compiti. Allo stesso tempo essa non è tanto il risultato di un progetto coerente quanto del … Continua a leggere »

Seconda lettera di un vicentino a un pietroburghese (su una certa idea d’Italia)

Carissimo Boris, avrei dovuto anticiparti che l’Italia può essere un luogo terribile, e non perché deluda ma perché può a volte soddisfare i propri desideri anche troppo esattamente – sebbene ognuno di noi sappia che certi desideri non bisognerebbe mai cercare di esaudirli. Era settembre eppure siamo arrivati a Sirmione con un sole di maggio … Continua a leggere »