Quando studiavamo in America

Il Sirente 2016, XIV-274 pp.

QSA_copertina
Acquista su
Amazon.it Il Sirente

Romanzo d’idee sul sistema universitario americano, Quando studiavamo in America è il primo testo letterario pubblicato in Italia sull’esperienza di un cervello in fuga negli Stati Uniti. Un amico e collega di dottorato ricostruisce le vicende del protagonista, allontanatosi inesplicabilmente da Chicago, cercando di comprendere la serie di scoperte compiute da quest’ultimo in America e la particolare natura del legame che li ha uniti. Si tratta di un testo ibrido che rientra in una stagione di saggismo sperimentale: allo stesso tempo essai, romanzo e memoir, sfrutta la commistione dei tre generi per sottrarsi a ciò che il protagonista dell’opera critica di più, ovvero l’eccessiva professionalizzazione del sapere umanistico e la sua deriva conservatrice e produttivistica. Il libro non manca inoltre di offrire una nuova, germinale, visione per l’università umanistica del nostro paese.

Intervista di Milena Nebbia all’autore per il Giornale di Vicenza (20/07/2016).

Recensione di Luca Menichetti per Lankenauta (10/07/2016).

Recensione di Fulvio Cortese (09/06/2016).

Recensione di Emanuele Zinato per laletteraturaenoi.it (08/04/2016).

Nota dell’editore, di Simone Benvenuti (Quando studiavamo in America, pp. ix-xii).