Sulla convergenza di nuovo umanesimo e buddhismo laico

Capita di leggere testi provenienti da tempi fra loro lontani, tradizioni opposte, spazi completamente estranei: diari di mistici medievali, raccolte di poeti modernisti, discorsi di maestri thailandesi, oscure teorie di filosofi francesi, e avere la curiosa impressione che alcuni di loro, non di rado i migliori, stiano disperatamente cercando di dirci le stesse cose. Si … Continua a leggere »

Terza lettera di un vicentino a un pietroburghese (su donne, bellezza e potere)

Carissimo Boris, so che dovevo approfittare del nostro incontro a Parigi per parlare di cose serie, ma mentre scendevamo lungo l’Avenue de France non potevo non notare il susseguirsi di visi femminili: molti arabi o africani, dove assieme al coraggio e alla vitalità di chi non ha paura della vita nella capitale si percepiva quell’audacia … Continua a leggere »

Angeli e demoni nel tango argentino

Non c’è gioia come quella della danza: vivere situati al centro del presente, monitorare l’intera esperienza sensoriale ed emotiva, muoversi finalmente liberi dalla mera volontà individuale, svuotare la mente da ogni attaccamento al pensiero verbale e pienamente fonderla a ogni muscolo del proprio corpo. E nel tango tutto questo è un dono dell’altro, che con … Continua a leggere »